Maraschino Luxardo, 200 anni di storia!

Una storia di famiglia tramandata per sette generazioni, dalla Dalmazia al Veneto, simbolo di resistenza e innovazione, la Luxardo si prepara a festeggiare i suoi 200 anni dalla fondazione.

Ne esistono oltre 7000 varietà, quella scelta da Luxardo è chiamata prunus cerasus, nota come Marasca: una ciliegia leggermente più acidula ma dal grande potenziale.


È il 1817 quando Girolamo Luxardo, patrizio genovese, si trasferisce a Zara in Dalmazia, per ricoprire l’incarico di rappresentante consolare del Regno di Sardegna. Qui la moglie di Girolamo, Maria Canevari, inizia a dedicarsi alla produzione casalinga di un liquore molto famoso in Dalmazia, il Rosolio Maraschino nato dall’infusione di alcol, zucchero, acqua e marasca (tipo di ciliegia aspra). Il liquore prodotto si presenta di così elevate qualità da richiamare l’attenzione di amici ed estimatori che spinsero Girolamo a sfruttare tali capacità della moglie e a fondare nel 1821 una fabbrica destinata alla sola produzione del Maraschino.

Affinata la tecnica di produzione, nel 1829, Girolamo ottiene da parte dell’Imperatore d’Austria il brevetto (detto privilegio) di produttore esclusivo di liquore di Marasca per 15 anni. Confermata la qualità superiore del liquore Luxardo, ancora oggi l’azienda si avvale della denominazione di PRIVILEGIATA FABBRICA MARASCHINO EXCELSIOR.

Alla fine della Prima Guerra Mondiale, con l'annessione di Zara al Regno di Italia, l’azienda Luxardo diventa ben presto una delle distillerie più importanti del paese; scenario ben diverso quello che si presenterà con lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Tragico epilogo nel 1947, quando con la presa di potere da parte di Tito, la famiglia arrivata alla quarta generazione, subisce la distruzione dello stabilimento, confisca dei beni da parte dei partigiani e la drammatica morte di Pietro e Nicolò Luxardo. Sembrava tutto perduto, quando Giorgio Luxardo, l’unico dei fratelli di quarta generazione sopravvissuto, ebbe il coraggio di dare vita a un nuovo capitolo della storia Luxardo. Con l’aiuto di Nicolò III (appartenente alla quinta generazione) dà il via alla costruzione del nuovo stabilimento dell’azienda a Torreglia (Padova), ai piedi dei Colli Euganei. Non con poche difficoltà l’azienda ripartì, con l’entrata in scena della quinta generazione a testimonianza di continuità e forte senso di appartenenza familiare.

L’ingrediente principe dell’iconico Maraschino, bottiglia verde e impagliata fin dalla sua prima produzione, è la Marasca, particolare tipologia di ciliegia aspra importata dalla Dalmazia proprio per la produzione di questo liquore. Sui Colli Euganei infatti la famiglia Luxardo è riuscita a trovare l’habitat perfetto per la coltivazione di questo frutto a varietà denominata MARASCA LUXARDO, più piccola ma ricca di succo e particolarmente adatta agli usi industriali. Oltre alla produzione del Maraschino, Sangue Morlacco e altri liquori tipici della tradizione italiana come il Bitter Rosso e l’Aperitivo Italiano, è stata avviata anche una specifica linea di confetture di alta gamma destinate alla pasticceria.

La Luxardo è una delle poche società europee di alcolici ancora di proprietà della stessa famiglia, oggi la sesta e settima generazione lavorano in sinergia per continuare la preziosa eredità di Girolamo Luxardo.

 


Il Maraschino esiste da 200 anni ma non lo hai ancora assaggiato? Provalo così:

Last Word

Colonial Cocktail

 

 

Prima volta?

RICEVI

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere promozioni esclusive e novità prodotto. Ottieni subito 10€ di sconto sul tuo primo acquisto!


Questo campo è obbligatorio

*Potrai disiscriverti in ogni momento grazie al link presente in ciascuna newsletter che ti invieremo settimanalmente